CHI SIAMO







BANDI



FORMAZIONE







ZERO - CONCORSO


PROGETTI / ATTIVITA'







SERVIZI











EVENTI





CONTATTI


1993   1994   1995   1996   1997   1998   1999   2000   2001   2002   2003   2004   2005   2006   2007   2008   2009   2010   2010 - Sei Zero   Video   2011  
     
 

1996

 

Il Sindaco delega la pratica Fonopoli all’assessore alle Politiche Produttive, Claudio Minelli. Nel Febbraio inizia la controversia con il Rettore del Santuario del Divino Amore il quale, sotto sollecitazione (sue parole) della moglie del Sindaco, esprime la sua perplessità sull’insediamento di Fonopoli nella zona dell’Ardeatina. Al fine di verificare eventuali incompatibilità fra Fonopoli e il Divino Amore, viene istituito un comitato di lavoro che si riunisce più volte presso gli uffici del Santuario. Nel corso dei lavori, ai quali partecipa anche una folta rappresentanza dei residenti, si accerta che, apponendo lievi modifiche strutturali e adottando piccoli accorgimenti tecnici, non esistono in realtà grosse incompatibilità fra le due strutture. Improvvisamente e, nonostante l’accertata assenza di reali problemi circa la fattibilità del progetto sull’area, il rettore pone un veto conclusivo sull’operazione. L’Assessore, su esplicito suggerimento del Comune, deve infine rinunciare.
L’Associazione Fonopoli decide di continuare la locazione dell’area di Via Ardeatina in previsione di potervi realizzare un’area attrezzata ad attività creative. Fonopoli decide di rompere gli indugi e di accettare una, pur di mal grado, una delle precedenti offerte del Comune che prevedevano l’abbinamento con i centri metropolitani e più precisamente quella di La Rustica (destinazione di facile raggiungimento trovandosi sul fronte strada del G.R.A.).
Fa seguito, a Novembre, un incontro con ll’Ass. Minelli il quale comunica che La Rustica non è più valida, ma che si può offrire l’area di Lunghezza (dove, a prescindere dai gravissimi problemi di distanza e degrado, non esiste attualmente neanche uno svincolo che possa collegare l’area al raccordo autostradale Roma-L’Aquila).
 
Renato Zero continua a chiedere il sostegno per Fonopoli: “ … dobbiamo strappare tanti giovani alla strada e alla droga e veicolarli in questo villaggio straordinario che potrebbe essere un momento per sentirsi uniti al di là che tu sia rosso o nero, ebreo o ortodosso…”.
 


 
     

Associazione Culturale Fonopoli - Via Monza, 10 - 00182 Roma Tel/Fax 06/42013154 P.IVA 04445341003